Zwillink

Zwillink - Giovanna Poldi Allai - Copertina del libro
Giovanna Poldi Allai
Giovanna Poldi Allai

Giovanna Poldi Allai è una regista. Per la precisione è una regista documentarista,  ha lavorato sul fronte di guerra, ha vissuto a lungo a Berlino, ha raccontato la vita di pastori. Nella sua filmografia ci sono oltre una decina di titoli significativi. Il suo ultimo lavoro, presentato con successo al Trento film festival si intitola “Repubblica Ossiura – La montagna anarchica”: cronache quotidiane di un’azienda agricola di appennino improntata ad una reale sostenibilitĂ , cura degli animali e degli attrezzi, recupero delle saggezze e degli insegnamenti della tradizione senza concessioni al consumismo. Un modello di impresa che non è assolutamente un “ritorno al passato”, ma una scelta consapevole e sostenibile, integrata in una natura meravigliosa che non è solo lo “sfondo” del film ma diventa la trama essenziale che condiziona le scelte aziendali e familiari. Di recente è stato presentato dal regista Scillitani a Reggio Emilia con grande partecipazione di pubblico. Ma Giovanna ha messo alla prova la sua creativitĂ  anche con lo strumento della scrittura, e il 16 luglio a Villa Minozzo, in Piazza della Ghiacciaia alle 18 la incontriamo per parlare del suo primo romanzo. Zwillink. In questo libro viene raccontata una storia avvincente che ci porta a riflettere sul presente: ormai sta diventando sempre piĂą pesante l’influenza del virtuale nella nostra vita, con la creazione di “Meta” sono state poste le basi per creare un universo parallelo a quello fisico e  completamente realistico, apparentemente subordinato alle categorie spazio-temporali  che ben conosciamo. Si apre cioè la possibilitĂ  di fare “esperienza” del virtuale e attraverso protesi tecnologiche specifiche (occhiali, guanti…) questa esperienza diviene avvolgente ed inclusiva. Il metaverso diventa così anche un mercato, dove fare esperienza di cibi, vestiti, concerti, incontri: oggetti virtuali che possono essere venduti e comprati.

Zwillink - Giovanna Poldi Allai - Copertina del libro
Zwillink – Giovanna Poldi Allai – Copertina del libro

Nel libro di Giovanna Poldi Allai i fruitori di una app di incontri fanno conoscenza di un partner ideale che credono reale: si incontrano in video, parlano, condividono momenti di intimità della loro vita. Gli utenti di questa app non sanno che quel partner non esiste: è solo il risultato di un algoritmo che combina le loro “tracce” social: quelle che tutti lasciamo quando cerchiamo notizie, scegliamo di ascoltare una canzone, acquistiamo o cerchiamo un prodotto, pubblichiamo un post, un meme o una foto. Il romanzo non ci parla quindi di una distopia “futura”, al contrario è già nel presente che vediamo gli effetti di questa iperconessione. La pandemia ha poi accentuato la tendenza a rifugiarsi in casa, affidare i rapporti umani e i contatti ai social. Il romanzo di Giovanna Poldi Allai sarà il pretesto per parlare insieme di questo scenario non rassicurante, di dubbi o certezze, di tecnologia amica o nemica.

Sabato 16 luglio Incontriamo Giovanna Poldi Allai
Sabato 16 luglio Incontriamo Giovanna Poldi Allai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.